Emmeti Sistemi società di Pinerolo Torino specializzata ne risolvere le problematiche dell’umidità negli immobili, ha effettuato l’installazione di un sistema Elettrofisico per arrestare l’umidità di risalita che coinvolgeva tutte le murature a contatto con il terreno della casa Museo di Giacomo Puccini il celebre compositore del secolo scorso.L’immobile è un’antica villa Toscana nel comune di Torre del Lago, divisa da due piani, dove al piano terreno si riscontrano le problematiche di umidità di risalita.L’installazione è stata eseguita da una società locale Biohome la quale collabora da tempo con Emmeti Sistemi. I sistemi installati sono costituiti da due centraline elettroniche di piccole dimensioni che generano un debole ma costante campo magnetico nelle murature, il quale agendo sul principio della capillarità evita la risalita dell’umidità. Le centraline modello Technoumido sono progettate e realizzate da Emmeti Sistemi che dal 2005 applica in molti immobili di varie tipologie.

Un pò di Storia….

Villa Puccini.

Puccini arriva a Torre del Lago nel giugno 1891, in compagnia della moglie Elvira e del figlio Antonio, mentre stava scrivendo la sua terza opera Manon Lescaut. La località prende il nome da un’antica torre di guardia che sorgeva sulla riva del lago di Massaciuccoli, trasformata nel tempo in dimora rustica e abitata dal guardiacaccia Venanzio Barsuglia.Puccini si innamora di Torre del Lago e decide di trascorrere qui l’estate e le successive vacanze, fino a quando, nel 1899 acquista la casa torre e la fa ristrutturare trasformandola nell’attuale abitazione a due piani dal tipico aspetto delle ville borghesi di fine Ottocento, con il lago che lambiva il vialetto intorno alla cancellata del giardino. Nella casa di Torre del Lago Puccini trascorre gran parte del suo tempo. Ma con il passare degli anni il paese si trasforma: sorgono nuove case, nuove strade e una torbiera tanto contestata dal Maestro. Puccini si trasferisce a Viareggio fino al 1924. Dopo la morte di Giacomo Puccini, il figlio Antonio ha trasformato la casa in un museo che conserva intatto l’aspetto originale: in particolare la sala omnibus dove si trovano il pianoforte Förster, vari ritratti del Maestro in diverse epoche della sua vita, la maschera funebre e il paravento, prezioso dono dal Giappone. Le altre stanze come la veranda, la sala dei manoscritti e la cucina raccolgono invece oggetti di vita quotidiana, onoreficenze e riconoscimenti da tutto il mondo, quadri degli amici macchiaioli, compagni di vita e di caccia, ritratti di amici e collaboratori del Maestro e i biglietti scritti di pugno dopo l’operazione alla gola, le sue ultime parole. Nella stanza della caccia sono conservati i suoi fucili e trofei venatori, e anche le scarpe e gli stivali. Nella splendida cappella ricavata da un salottino, dal 1926 sono custodite le spoglie mortali del musicista e quelle dei suoi familiari. Nel Museo è possibile ritrovare l’ambiente in cui viveva Giacomo Puccini; nelle stanze, rimaste pressoché intatte, si assapora l’atmosfera di questo luogo così unico dove il Maestro trovava l’ispirazione per le sue immortali melodie.

Un pò di Storia Emmeti Sistemi….

Emmeti Sistemi è una realtà produttiva con sede in Pinerolo a sud di Torino  un’area che per tradizione rappresenta iì cuore tecnologico dell’Italia.

Dal 1998, opera nel campo del recupero architettonico installando tecnologie elettroniche innovative, con particolare attenzione alle problematiche legate all’umidità delle murature, affrontate con la progettazione e realizzazione di sistemi elettrofisici di risanamento e di sistemi di aerazione ambientale.

Emmeti Sistemi lavora sia nel settore pubblico, sia in quello privato, con un team formato da professionisti e tecnici in grado di proporre soluzioni ad alta professionalità a qualsiasi esigenza.

Emmeti Sistemi produce tecnologie idonee a risolvere i problemi dell’umidità delle murature attraverso il suo brand.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza. Puoi proseguire a visitare il nostro sito accettando il loro utilizzo o scoprirne di più: Privacy Policy Cookie policy