La domanda che ci pongono  è sempre la stessa  ” le centraline elettrofisiche funzionano ?”. La risposta è “perchè non dovrebbero funzionare .. Installiamo e costruiamo le centraline elettrofisiche dal 1997 (23 anni).Abbiamo circa 1800 impianti in tutta Italia. Le nostre centraline sono state applicate in case,chiese,castelli,palazzi ecc…In tutta Europa la tecnologia è utilizzata da 30 anni per risolvere le problematiche di umidità di risalita.In Italia sono circa un decina le società che le usano,le propongono.le vendono.La conclusione quindi è semplice.Il prodotto funziona.La domanda corretta inivece è come funzionano.Quindi partiamo dall’inizio. L’umidità nei muri che poggiano direttamente sul terreno è causata dal principio della capillarità. Il fenomeno è conosciuto e scientificamente dimostrato. La molecola dell’acqua è sensibilie ai campi magnetici ed elettrici. All’interno dei capillari dei materiali edili,le molecole dell’acqua sono in adesione con le pareti degli stessi, grazie alle cariche elettriche degli atomi.Il tutto innesca il processo della risalita capillare che spinge verso l’alto una quantità d’acqua limitata,la quale però porta con se i sali in soluzione ( i sali sono presenti nel terreno).Il processo di risalita si arresta per gravità e per evaporazione,per cui mediamente la linea dell’umidità visibile sulle murature è di circa 1.5 metri dal terreno.Nel processo di evaporazione i sali ritornano in superficie cristallizzando, provocando la rottura degli intonaci.Le centraline elettrofisiche generano un debole campo magnetico costante ed orientato il quale indebolisce la risalita capillare andando ad agire nell’adesione delle molecole con le pareti dei capillari. La nostra società Emmeti sistemi produce le centraline Technoumido di vari modelli.Le macchine sono realizzate nel nostro laboratorio di Torino ,e certificate presso un’importante Istituto di Torino.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza. Puoi proseguire a visitare il nostro sito accettando il loro utilizzo o scoprirne di più: Privacy Policy Cookie policy